L’ABBRACCIO ha il potere di rafforzare la relazione con l’altra persona. E’ un gesto intimo, caloroso, affettuoso che ci permette di crescere a livello interiore, di donare all’altro la nostra presenza e attenzione, il nostro conforto, le nostre emozioni, di favorire la relazione e la condivisione.

 

Negli abbracci sono nascoste le parole più belle del mondo: “ Tu sei importante per me, Io sono qui, non ti preoccupare, ce la puoi fare, tutto passa, ti posso aiutare …se vuoi”.

 

Vorremmo accogliere i genitori e i familiari che, come accaduto a noi, si sentono impotenti smarriti, angosciati nell’affrontare i problemi dei DCA. Per dare loro supporto, vicinanza, sostegno e comprensione.

Tutto questo con un ABBRACCIO.

A CHI CI RIVOLGIAMO

Ai genitori e familiari che si trovano a dover affrontare queste problematiche con i propri figli e i propri cari, prima, durante e dopo il trattamento sanitario riservato ai vari casi.

 

Per trovare il sostegno, la disponibilità all’ascolto e la vicinanza emotiva attraverso la condivisione delle proprie esperienze familiari di malattia.

Per riconoscere il proprio disagio e sviluppare un pensiero critico e libero dai condizionamenti.

Per migliorare la propria condizione di benessere, le proprie relazioni affettive, familiari e sociali. L’obiettivo è quello di trasformare il proprio disagio in una risorsa personale per arrivare al superamento del problema.

Per combattere i pregiudizi legati alle problematiche della malattia nel pieno rispetto della dignità della persona, tutelandone i diritti fondamentali.

 

Tutto questo in collaborazione con il Centro di Disturbi Alimentari di Treviso per offrire sul territorio informazioni, attività di Mutuo Aiuto e sostegno solidale alle famiglie.